Chi siamo  
I nostri servizi  

Operatori del mercato  

P.A. Trasparente  
Archivio News  
Link  




Bioplastica dagli scarti dell'ortofrutta tra le 20 storie di sviluppo sostenibile nella giornata genovese del Festival

 Un videomessaggio di Enrico Giovannini, portavoce di ASVIS (Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile) ha aperto oggi, nel Palazzo della Borsa, la tappa genovese del Festival per lo Sviluppo Sostenibile, intitolata: Si può fare! Genova, cresce lo sviluppo sostenibile, crescono le imprese che lo fanno.
Con questa iniziativa - ha mandato a dire il prof. Giovannini al pubblico che affollava la sala delle grida della Borsa - “la Camera di Commercio ha scelto di avere una parte attiva nel ripensare quello che può essere Genova non solo dal punto di vista economico ma anche da quello sociale e ambientale”.
“Le imprese genovesi – gli ha risposto il segretario generale della Camera di Commercio Maurizio Caviglia - che scelgono la strada dello sviluppo sostenibile crescono di numero e d’importanza, e hanno capito che la sensibilità al tema della sostenibilità, sia essa economica o ambientale o sociale, è anche una straordinaria leva di marketing per i loro prodotti ”.
Sono più di 20, infatti,  le imprese, le istituzioni e le organizzazioni che sono intervenute nei cinque tavoli di lavoro della mattinata, dedicati all’obiettivo 12 (consumo e produzione responsabile) dell’Agenda 2030 dell’ONU, a testimonianza dell’interesse suscitato dai temi dell’economia circolare e della grande vivacità del territorio genovese in questo campo.
Nel tavolo dedicato alla ricerca, particolare attenzione ha raccolto l’iniziativa di economia circolare promossa da IIT (Istituto Italiano Tecnologia), SGM (Società Gestione Mercato di Genova) e Ascom Confcommercio per convertire l’invenduto del mercato ortofrutticolo in plastica biodegradabile per la realizzazione di imballaggi ecosostenibili per frutta e verdura. I ricercatori IIT che hanno sviluppato il brevetto hanno mostrato alla sala, in anteprima, un campione di plastica biodegradabile realizzato proprio in questi giorni con i fiori di Euroflora.
Grande apprezzamento anche per la storia di quattro studenti universitari che, dopo aver frequentato un corso per startup innovative alla Camera di Commercio, hanno creato la startup pluripremiata Eco2Logic e trasformato in realtà l’idea di utilizzare mozziconi di sigarette e scarti alimentari per produrre carbone ecologico.
Nel tavolo dedicato al ciboCosta Crociere ha presentato 4GoodFood, un progetto integrato che parte dalla revisione della preparazione dei piatti alla gestione delle eccedenze alimentari, con l’obiettivo di ridurre del 50% lo spreco di cibo a bordo entro il 2020, con 10 anni di anticipo rispetto all’obiettivo fissato dall’ONU.
Nel tavolo sul riuso, degli spazi e dei materiali, grande interesse ha suscitato LessGlass, il sistema che porta la green economy nel cuore della movida genovese, riducendo i rifiuti e rendendo più vivibile il centro storico: i clienti possono richiedere gli speciali bicchieri in plastica riciclabile, al posto di quelli usa e getta, versando una cauzione di 1 euro, che possono recuperare al momento della riconsegna del bicchiere oppure donare a beneficio di attività volte alla riduzione dei rifiuti.
Nel tavolo dedicato al mare la cooperativa Ziguele ha raccontato il supporto dato alla tonnarella di Camogli, l’ultima rimasta nel Mediterraneo, grazie alle visite guidate educative che permettono ai partecipanti di calare le reti insieme ai pescatori.
Nel tavolo sul consumo responsabile, infine, è stata presentata la community EyeOnBuy, un portale che permetterà ai cittadini di “votare col portafoglio”, vale a dire scegliere le imprese da cui comprare sulla base dei comportamenti più o meno sostenibili dal punto di vista sociale e ambientale.
In chiusura della mattinata è stato presentato il filmato Sei eco-logico? Un progetto di imprenditorialità realizzato dall’Istituto tecnico Italo Calvino di Genova e selezionato fra i  tre vincitori (su 600 partecipanti) della sessione 2018 del Premio Storie di alternanza di Unioncamere, la cui cerimonia di premiazione di svolgerà domani a Roma.
Nel pomeriggio i lavori sono continuati con la redazione di una carta per lo sviluppo sostenibile del territorio, che confluirà nel documento finale del festival nazionale.
Il Festival per lo Sviluppo Sostenibile 2018 (seconda edizione) dura 17 giorni - dal 22 maggio al 7 giugno -  tanti quanti sono gli obiettivi di sviluppo sostenibile previsti dall’Agenda 2030 dell’ONU.
L’ASVIS, Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile, è nata nel 2016 per iniziativa della Fondazione Unipolis e dell’università Tor Vergata di Roma ed è presieduta da Enrico Giovannini.
Società Gestione Mercato S.C.p.A. - P.IVA 01731200992 - All rights reserved - Dati Sociali - Credit e Redazione  -  Informativa sui cookie